Teregroup srl

Sede: Via P.Giardini 476/n, 41124 Modena, Italy,

P.Iva: 03467350363 -

Laboratorio: Via del Tirassegno 40/B, 41122 Modena, Italy.

Tel:+39 059 4823699 info@teregroup.net -

Copyright Teregroup srl Tutti i diritti sono riservati.

Capitale Sociale 250.000,00 €

© 2019 by G77G.

ARCHIVIO NEWS

Qui puoi trovare l'archivio delle nostre notizie, con articoli sulla nostra partecipazione a fiere internazionali e novità sulle normative in materia di biocarburanti e microalghe

Ricerca: addetto all’automazione di impianto industriale con software dedicato

Selezioniamo un candidato per la realizzazione di un nuovo software per automazione industriale, che abbia conoscenza di software tipo Labview, MyOpenLab, Python o simili. Sede di lavoro a Modena. Assunzione immediata.
Per informazioni e candidature chiama 059 4823699

Festival For the Earth per un futuro sostenibile

Michael Magri è stato invitato al convegno Festival for the Earth - sustainable visions in art and science, tenutosi il 10 novembre 2017 a Montecarlo. Durante l'evento si sono discusse le opportunità del futuro del nostro pianeta insieme ad ospiti di fama internazionale, come il premio Pulitzer Kenneth Weiss, il premio Goldman Ignace Shops, il Compositore Ryuichi Sakamoto, presente con un messaggio video, e tanti altri. Tra il pubblico molti ospiti, tra cui SAS il Principe Alberto II e l’Ambasciatore Italiano il Dott. Cristiano Gallo.

Trieste Next

Al convegno Trieste Next, che ha avuto luogo dal 21 al 23 settembre 2017, Michael Magri ha parlato ad una folta platea dell'uso delle alghe e microalghe per la produzione di biocombustibili. Sul nostro canale Vimeo puoi guardare il video della manifestazione.

Teregroup è stata presente anche:

  • all'ALGAE BIOMASS SUMMIT di SALT LAKE CITY (USA), dal 29 ottobre al 1° novembre 2017

  • al FESTIVAL FOR THE EARTH - SUSTAINABLE VISIONS IN ART AND SCIENCE di MONTECARLO, il 10 novembre 2017

  • al WORLD EFFICIENCY SOLUTIONS di PARIGI, il 12, 13 e 14 dicembre 2017

  • al BIOGAS FACHMESSE 2017 di NORIMBERGA, presso gli, STAND 10 A 36, il 12, 13 e 14 dicembre 2017

Congressi di Phoenix ed Eurotier di Hannover

A novembre Teregroup ha partecipato come espositore al congresso di Algae Biomass Organization a Phoenix, negli Stati Uniti, dove ha presentato, in partnership con altri produttori italiani, la nuova tecnologia per la coltivazione ed estrazione delle microalghe, un risultato che pone il nostro paese all’avanguardia in questo campo.

L'azienda è stata presente anche alla fiera Eurotier di Hannover, in Germania, la più grande manifestazione internazionale del mondo della agricoltura: qui ha presentato i propri nuovi prodotti, in particolare per il settore nutraceutico ed alimentare, come l’olio che potrà sostituire l’olio di palma e quello di girasole.

Una vittoria storica per le alghe

Il Congresso degli Stati Uniti ha approvato un accordo di bilancio di due anni che istituisce un incentivo fiscale di 35 dollari per tonnellata per il carbonio (CO2) catturato e riciclato da centrali elettriche o impianti industriali tramite sistemi di filtrazione che utilizzano le alghe. Il disegno di legge è stato firmato dal Presidente Trump il giorno 9 febbraio; questa norma sarà presa come riferimento anche in Europa.

Siamo fiduciosi che questa politica vantaggiosa per entrambe le parti contribuirà ad accelerare lo sviluppo di prodotti commerciali a base di alghe, a sostenere gli obiettivi ambientali e a costruire una forte base per il futuro dell'industria delle alghe.

Il disegno di legge prevede  una serie di altri approcci alla CCU al credito d'imposta della sezione 45Q Carbon Capture and Storage (CCS), che in precedenza era disponibile solo per i progetti di stoccaggio geologico e EOR (Enhanced Oil Recovery). Inoltre aumenta notevolmente il tasso di credito, dai precedenti $ 10 a tonnellata a $ 35 a tonnellata, estende il credito fino a 12 anni e amplia l'universo delle fonti di CO2 ammissibili, includendo impianti industriali e di captazione dell'aria, oltre alle centrali elettriche fossili.

Un enorme ringraziamento ai senatori Sheldon Whitehouse (D-RI), Heidi Heitkamp (D-N.D.), Shelley Moore Capito (RW) e John Barrasso (R-Wyo.) per aver guidato la carica; al Congressional Algae Caucus per il suo sostegno alla Camera e ai molti membri della Algae Nation che hanno partecipato a questa storica campagna.

Stampa 3D con filo biodegradabile da microalghe

Sviluppato in azienda con la collaborazione di partner internazionali, il filo per stampanti 3D ricavato dalle microalghe è perfettamente compatibile con tutte le stampanti in commercio.

Teregroup è in grado di realizzare, grazie al nostro ufficio tecnico, oggetti progettati con sistema CAD e realizzati con la nostra stampante per prototipi e oggetti complessi anche non biodegradabili.

Nuova raffineria a Ferrandina

È stata presentata  davanti ad un folto pubblico di giornalisti e imprenditori la nuova Raffineria di Ferrandina, in provincia di Matera: specializzata in chimica verde, servirà a trasformare l’olio da alghe di Teregroup in biodiesel. Tra i relatori, il Senatore Saverio D’Amelio, Luca Braia, Assessore alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, e Raffaele Liberali, Assessore alle Politiche di Sviluppo della Regione Basilicata.

Conferenza sul clima di Parigi, è svolta storica anche per i produttori di biocarburanti

Alla conferenza sul clima COP 21, a Parigi, Teregroup ha presentato la sua tecnologia per l’abbattimento delle emissioni nelle centrali elettriche, in particolare a carbone: i fumi vengono catturati da una speciale cappa e vengono convogliati in una serie di cilindri verticali contenenti una tipologia di bioalga, la quale trasforma le emissioni in ossigeno. Una grande opportunità per il nostro pianeta con una soluzione naturale e a costi contenuti: un impianto di dimensioni standard è in grado di trasformare le emissioni in ossigeno nella stessa quantità di un bosco da 400 ettari.

Test Biodiesel B10

Venerdì 27 novembre 2015 abbiamo testato il  Biodiesel 10 all’Università di Modena, nel Dipartimento Enzo Ferrari, su motore turbo VM da 180 cavalli normalmente installato su Jeep Cherokee. È stato utilizzato come combustibile il gasolio minerale additivato con il 10 % di biodiesel da alghe, secondo le normative europee che entreranno in vigore dal 2018. Il risultato ottenuto dalle prove è stata un'importante riduzione delle emissioni, in particolare oltre i 2000 giri motore. Questo additivo può dare un grande aiuto al pianeta, perciò ci aspettiamo una risposta importante dai governanti di tutto il mondo riuniti a Parigi al COP21.

Teregroup al congresso di ABO a Washington

Teregroup, unica rappresentante per l'Italia, sarà presente al congresso sulle biomasse algali promosso da Algae Biomass Organization a Washington. In particolare si discuterà della grande opportunità data dal governo americano con l'autorizzazione degli impianti algali come bio filtro per combattere l'anidride carbonica.

Teregroup presenta la nuova tecnologia per biofiltrare l'anidride carbonica e il digestato prodotto dagli impianti biogas

Legge sui biocarburanti,

fissate le quote d'obbligo fino al 2022

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 250 del 27 ottobre è stato pubblicato il decreto del ministero dello Sviluppo economico 10 ottobre 2014 “Aggiornamento delle condizioni, dei criteri e delle modalità di attuazione dell'obbligo di immissione in consumo di biocarburanti compresi quelli avanzati”.

Il decreto stabilisce le nuove quote d'obbligo di biocarburanti, pari al 5% delle immissioni in consumo di benzina e diesel nel 2015, al 5,5% nel 2016, al 6,5% nel 2017, al 7,5% nel 2018, al 9% nel 2019, al 10% tra il 2020 e il 2022. Tra i biocarburanti sono inseriti anche il biometano e il biopropano.

La novità principale è che dal 2018 una parte dell'obbligo dovrà essere coperto con biocarburanti “avanzati”, cioè ottenuti da materie prime di scarto o comunque non alimentari, indicate nell'allegato 3 del decreto: la quota sarà dell'1,2% nel 2018 e 2019, dell'1,6% nel 2020 e 2021 e del 2% nel 2022.

Convegno dei produttori di bioalghe

a San Diego (California)

Dal 29 settembre al 2 ottobre 2014 si è tenuto a San Diego, in California, l'Algae Biomass Summit, convegno mondiale delle aziende produttrici di prodotti ricavati da bioalghe, con folta partecipazione di visitatori da tutto il mondo che hanno pagato quasi 500 $ di ingresso.

Teregroup, in collaborazione con Algamoil, è stata l’unica azienda italiana presente e ha ottenuto un notevole interesse da parte dei visitatori.

Durante il congresso sono state presentate tutte le novità tecnologiche e biologiche per lo sviluppo delle bioalghe.I produttori si sono riuniti per definire gli standard tecnici dei prodotti ricavati dalle alghe, in particolare per stabilire i requisiti dei biofuel. In questo ambito la ricerca portata avanti in particolare da Teregroup ha permesso di definire le caratteristiche tecniche su motori diesel di serie.

Più di 400 sono stati i progetti e le ricerche presentati al convegno. Il settore sta conoscendo un forte sviluppo anche grazie alla spinta del dipartimento americano per l’energia; rilevante è stata anche la notizia che la famiglia Rockfeller avrebbe abbandonato il settore dei combustibili derivati dal petrolio in favore dei combustibili verdi, come quelli derivati da alghe. La Boeing era presente al convegno con un modellino del nuovo 787 dreamliner che potrà funzionare anche con combustibile ricavato da alghe.

Convegno di Teregroup

all'Università di Modena e Reggio Emilia

Il 25 giugno 2014 si è tenuto il convegno Algamoil e Teregroup presso l'università di Modena per presentare il nuovo combustibile dual fuel, una soluzione innovativa per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e particolato dei motori a combustione interna. L'evento è stato organizzato in collaborazione con Unimore Dipartimento Enzo Ferrari, Hpe, Stm e Algamoil e cofinanziato dalla Fondazione Crmo.

Il convegno ha dato il via al progetto per verificare i dati che sperimentalmente sono già stati presentati alla sessantottesima Conference of the Italian Thermal Machines Engineering Association, l’11 settembre 2013, dai professori Enrico Mattarelli e Carlo Rinaldini dell’Università di Modena e dal Professor Valeri Golovitchev della Chalmers University of Technology. Il progetto si pone l’obiettivo di testare al banco prova i motori a gasolio alimentati con il  metano e con biodiesel ricavato dalle alghe: il cosiddetto motore dual-fuel che prevede l’accensione, mediante un’iniezione pilota di biodiesel e di una carica premiscelata di metano ottenuta con un’iniezione indiretta.

Si prevede di testare anche il metano prodotto da impianti a biogas, per avere un carburante tutto biologico e al 100% italiano. Al convegno era presente una folta delegazione di investitori italiani ed internazionali interessati a conoscerne le potenzialità.

Nella sua prefazione il Professor Giuseppe Cantore, Ordinario di Macchine presso il DIEF (Dipartimento Ingegneria Enzo Ferrari), ha presentato il progetto nella terra dei motori in occasione dei festeggiamenti dei cento anni della Maserati. Successivamente l'intervento del Professor Enrico Mattarelli ha esposto la ricerca fatta sul dual-fuel ed i risultati previsti, illustrati nella tabella.

Il Professor Carlo Rinaldini ha parlato dello stato dell’arte della sperimentazione dei motori a gasolio alimentati con il biodiesel da alghe di Algamoil, recentemente presentato a Detroit. Alla fine del convegno gli ospiti sono stati invitati a visitare i laboratori e gli impianti di produzione di alghe combustibili di Algamoil e Teregroup.

Presentazione alla tv nazionale

del nuovo polo per l'alga combustibile

A Detroit Teregroup presenta il biodiesel da alghe

alla comunità scientifica internazionale

Test del biodiesel da alghe

secondo le nuove normative europee

Teregroup è la prima azienda in Europa ad aver testato su vetture standard il biodiesel ricavato dalle alghe. Presso il Dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari" dell'Università di Modena è stato testato il carburante su un motore di serie senza alcuna modifica con risultati sorprendenti: stessa potenza e coppia del diesel commerciale, particolato notevolmente ridotto.

Convegno di Detroit sull'automotive

​Al convegno di Detroit sull'automotive il professor Rinaldini dell'Università di Modena e Reggio Emilia ha presentato il biodiesel da alghe di Teregroup e Algamoil:

<< Con la disponibilità decrescente di combustibili fossili convenzionali, i loro costi crescenti e il loro contributo all'accumulo di anidride carbonica nell'ambiente, è diventato necessario ricercare carburanti alternativi per i motori. Il biodiesel è una delle migliori opzioni per soddisfare questa domanda, ma vi è una crescente motivazione a limitare la produzione di combustibile da risorse commestibili. In questo scenario, il biodiesel dalle alghe appare una soluzione promettente per la sostituzione parziale o totale del combustibile fossile nei motori diesel.

Questo studio è dedicato all'applicazione del motore della miscela di biodiesel prodotta per reazione di transerificazione da microalghe e olio diesel (B20). Sono stati condotti esperimenti su un motore diesel ad aspirazione naturale a 4 cilindri e 4 tempi, le cui prestazioni ed emissioni sono state misurate su una vasta gamma di punti operativi. I risultati ottenuti con B20 sono stati confrontati con quelli ottenuti utilizzando olio diesel commerciale. È stato riscontrato che B20 porta a una riduzione molto ridotta delle prestazioni limitata a carichi più elevati mentre sono state riscontrate lievi differenze nelle emissioni di inquinanti del motore. Per quanto riguarda l'ultimo numero, uno dei risultati più interessanti è stata la riduzione delle emissioni di fuliggine misurata fornendo al motore la miscela B20. >>